08 marzo 2017

28 Marzo: James P. Liu, direttore musicale della cinese Wuhan Philharmonic, per la prima volta a Milano

immagine di 28 Marzo:  James P. Liu, direttore musicale della cinese Wuhan Philharmonic, per la prima volta a Milano

Martedì 28 Marzo alle 21:00, nell’aula magna dell’Università Statale, JAMES PENG LIU, Direttore Musicale di una delle più importanti orchestre cinesi – la Wuhan Philharmonic Orchestra – salirà sul podio dell’Orchestra UniMi, per il suo debutto milanese, grazie alla collaborazione con l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano.

Il programma del concerto riparte dallo STRAVINSKIJ neoclassico proposto dall’Orchestra UniMi nel concerto del 7 Marzo scorso (Suite da Pulcinella), con un brano del periodo americano: le Danses Concertantes (1942) che, lungi dall’essere state pensate da Stravinskij come musiche di scena (per quanto proprio in questo senso utilizzate qualche anno più tardi) rappresentano, nelle intenzioni del compositore, un sorta di summa, nella forma dell’autocitazione, del suo pensiero musicale.

Lang Lang vinse il Premio Čaikovskij nel 1995 suonando la Rapsodia cinese n. 2 di AN-LUN HUANG, compositore cinese (classe 1976) del quale il programma del concerto dell’Orchestra UniMi propone, in prima europeaFlying free in the sky, secondo movimento dalla sinfonia fantastica The Deity in Cloud, eseguita in prima assoluta nell’Aprile 2016 dalla Wuhan Philharmonic Orchestra, per la direzione dello stesso James P. Liu. La sinfonia si inserisce in un filone molto frequentato della musica contemporanea cinese che si ispira alla tradizione cinese antica e la reinterpreta attraverso i canoni dell’orchestra occidentale moderna.

Con la Sinfonia n. 4 Tragica di FRANZ SCHUBERT, che conclude il concerto, si torna nell’ambito della tradizione culturale europea. Scritta nel 1816 da uno Schubert diciannovenne,  la Sinfonia n. 4 fa ancora i conti, come le sinfonie precedenti (e come le due che seguiranno), con l’ingombrante modello beethoveniano, al quale, all’epoca, era imprescindibile riferirsi, ma dal quale Schubert desidera, allo stesso tempo, allontanarsi.

 

Tutti i concerti della stagione 2016/2017 sono GRATUITI.
Per assistere ai concerti occorre effettuare UN’UNICA REGISTRAZIONE, VALIDA PER TUTTE LE DATE, qui o presso la sede del concerto.
Si ricorda che l’accesso in sala è consentito SINO AD ESAURIMENTO DEI POSTI.

Ombra Ombra

Main Partner

Partners

Con il patrocinio e il sostegno di:

All content Copyright © Orchestra UniMi 2017. All Rights Reserved.