Biografia Immagine

Biografia

Orchestra UniMi

Fondata nel 2000, l’Orchestra UniMi è diventata, grazie al suo direttore musicale Alessandro Crudele, una delle migliori orchestre sinfoniche di Milano, rappresentando allo stesso tempo, per la singolarità del suo progetto, un’autentica sfida sulla scena musicale del nostro Paese.

L’Orchestra UniMi collabora regolarmente con direttori e solisti di valore internazionale. Tra gli altri: Petr Altrichter, John Axelrod, Mario Brunello, Davide Cabassi, Natalie Clein, Francesca Dego, Enrico Dindo, Ingrid Fliter, Bernhard Gueller, Viviane Hagner, Martin Helmchen, Paul Mann, Céline Moinet, Gerhard Oppitz, Roberto Paternostro, Vadim Repin, Fazil Say, Ragna Schirmer, Sergio Tiempo, Bramwell Tovey, Milan Turkovic, Anika Vavic, Lilya Zilberstein, oltre che con “prime parti” dell’Orchestra del Teatro alla Scala e dei Berliner Philharmoniker (Kolja Blacher, Stefan Dohr, Wenzel Fuchs, Karl Leister, Albrecht Mayer) nel ruolo di solisti.

L’Orchestra si è esibita in alcune tra le più prestigiose sale da concerto del mondo, come la Tonhalle di Zurigo (2009) e il Gewandhaus di Lipsia (2011).

Il concerto eseguito al Castello di Herten nel gennaio 2005, nell’ambito di una tournée in Germania che ha goduto di uno straordinario consenso di pubblico e di critica, è stato registrato e trasmesso dalla WDR (Westdeutscher Rundfunk).

Dal 2004 al 2015 l’Orchestra ha tenuto regolarmente concerti in stagione nell’Auditorium di Milano e, dal 2013, conclude le proprie stagioni nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano.

Attenta da sempre alla musica contemporanea, l’Orchestra UniMi è la sola orchestra sinfonica italiana ad eseguire in ogni concerto  un brano di un compositore vivente, nella gran parte dei casi in prima esecuzione italiana.

Nel 2014, al Teatro Olimpico di Vicenza, l’Orchestra ha eseguito in prima mondiale, sotto la direzione di John Axelrod, Love’s Geometries di Fabio Vacchi.

L’Orchestra UniMi è regolarmente ospite del Festival MITO Settembre Musica.

 

Ombra Ombra
Quota Mark

Non fatevi fuorviare dal nome: l'Orchestra dell'Università degli Studi di Milano è un'orchestra di livello internazionale, costituita da molti dei migliori musicisti della città [...] una delle più speciali orchestre che io abbia mai incontrato nel mondo.

Stella Paul Mann

Ombra Ombra
Quota Mark

Suonare con questi giovani è per me un piacere particolare e puro. Si ritrova l’atmosfera favorevole per fare musica. Questi ragazzi suonano con una sensibilità straordinaria, con un “orecchio aperto”: non solo ascoltano quello che faccio, ma si ascoltano tra loro. Sono le condizioni perfette per fare musica, dove è possibile agire e reagire insieme, con partecipazione e cuore.

Stella Gerhard Oppitz

Ombra Ombra
Quota Mark

... le sezioni sono omogenee, il canto dei violini è smagliante; equilibrio e naturalezza tornano a lode e dell’orchestra e del direttore, Alessandro Crudele, capace di suscitare come una freschezza gioiosa con un gesto sobrio e fluente… È anche grazie a giovani così, che Milano diventa europea.

Stella Gian Mario Benzing, Corriere della sera

Ombra Ombra
Quota Mark

l’Università degli Studi di Milano possiede un’orchestra, e con tutte le carte in regola per competere con le più prestigiose formazioni giovanili italiane ed internazionali.

Stella Laura Bigi, Il Corriere Musicale

Ombra Ombra
Quota Mark

Riconcilia con la vita il trovare ancora realtà insospettabili nelle quali il puro entusiasmo e una raffinata ricerca del bello siano il motore trainante: l'Orchestra dell'Università degli Studi di Milano è ormai una certezza che va sostenuta e promossa come esempio di positività e speranza nel futuro dei giovani.

Stella Antonio Frigé

Ombra Ombra
Quota Mark

Gli archi diretti con appassionato calore da Alessandro Crudele hanno fatto palpitare con eleganza [...] toccante il capolavoro pergolesiano, risuonato carico di tocchi teatrali...

Stella Angelo Foletto, La Repubblica

Ombra Ombra
Quota Mark

E’ stato molto entusiasmante dirigere questa giovane, magnifica, forte e molto abile orchestra. L’atmosfera magica, l’energia e la professionalità sono emerse in ogni momento. La qualità delle prima parti è ottima, la sezione archi è duttile e versatile e lo spirito che emerge dalla prima prova all’ultimo accordo del concerto assicura che questa orchestra di giovani musicisti andrà molto lontano.

Stella Bernhard Gueller

Ombra Ombra
Quota Mark

Ho avuto il grande piacere di dirigere l’Orchestra UniMi nel Settembre 2014, al Teatro Olimpico di Vicenza, Avevo ascoltato l’orchestra in precedenza ed ero stato impressionato dalla sua musicalità. Dopo avere lavorato con loro, son diventato anche un grande fan dell’orchestra.(...) Sono orgoglioso del successo che abbiamo avuto insieme e mi auguro di avere l’opportunità, in futuro, di fare ancora musica con l’Orchestra UniMi.

Stella John Axelrod

Ombra Ombra

Main Partner

Partners

Con il patrocinio e il sostegno di:

All content Copyright © Orchestra UniMi 2017. All Rights Reserved.